Consulenza Individuale: Osteopatia

 

Consulenza Individuale

Con la Dott.ssa Lorenza Isceri - Osteopata e Fisioterapista


L’osteopatia è indicata in tutti i disturbi da alterazione della mobilità articolare, tessutale e da una alterazione della postura. L’obbiettivo è quello di ricreare il benessere fisico e psichico eliminando il dolore. Una accurata osservazione posturale e rimessa in asse, comportano un benessere che si diffonde in tutto il corpo e sistema nervoso. E’ importante eliminare la causa della postura scorretta che alla lunga deteriora le articolazioni deformandole.


Cos'è l'osteopatia


L’osteopatia è una disciplina con approccio olistico che individua la correzione di anormalità strutturali e funzionali di ossa, muscoli e tessuti connettivi tramite una terapia manipolativa, ovvero attraverso l’impiego di una serie di tecniche di palpazione e mobilizzazioni articolari eseguite esclusivamente con le proprie mani. Fondata negli stati uniti dal Dottor Andrew Taylor Still alla fine dell’Ottocento, l’osteopatia evidenza l’importanza di mantenere un approccio olistico nella visione della persona: questo significa che l’osteopatia non si concentra solo sul trattamento dell’area problematica, ma osserva la persona nella sua totalità e attraverso l’utilizzo di specifiche tecniche manuali opera per ripristinare l’equilibrio e l’armonia in tutto il corpo.

Il principio su cui si fonda l’osteopatia infatti sancisce che tutte le parti del copro funzionino insieme in modo integrato. Per questo motivo, quando una parte lavora male, il resto del corpo deve riadattarsi per compensare questo mal funzionamento, causando l’insorgenza di infiammazioni, rigidità e dolori anche in altre zone del corpo.

1Che cosa può trattare l’osteopatia?

E’ possibile ottenere importanti benefici dall’osteopatia in caso di mal di testa e cervicalgia, mal di schiena, sciatica, gomito del tennista e lesioni da sforzo ripetitivo. Questa disciplina può fornire un auto prezioso anche a chi soffre di asma, artrite, problemi digestivi, sindrome del tunnel carpale, colpo di frusta e problematiche posturali.

2L’osteopatia è sempre efficace?

Si può affermare che è certamente efficace sui dolori del rachide, e che è efficace anche in ambito pediatrico ed ostetrico. Nei dolori muscolo scheletrici e articolari, problemi come cefalee, emicranie, problemi del sistema urogenitale, gastrointestinale legati a disfunzioni di tipo biomeccanico (cattiva mobilità degli organi). La soddisfazione da chi si reca da osteopati preparati è generalmente molto alta.

3Che differenza c’è tra fisioterapia, osteopatia e chiropratica?

Pur confinando e condividendo un ampio terreno comune, in linea generale la fisioterapia tratta la sintomatologia attraverso un lavoro focalizzato sui segmenti problematici, la chiropratica sostiene l’importanza prioritaria del sistema nervoso e quindi ricorre principalmente all’utilizzo della manipolazione vertebrale, mentre l’osteopatia, riconoscendo un ruolo fondamentale al sistema circolatorio, all’interno del percorso terapeutico prende in considerazione anche gli organi viscerali.


Come si articola un percorso di trattamento ostepatico?


Il trattamento osteopatico si articola in due momenti consecutivi, ovvero
la valutazione anamnestica e la valutazione obbiettiva.


1La valutazione anamnestica

La valutazione anamnestica consiste in un’intervista che ha lo scopo di valutare la persona, così da poter capire il motivo del consulto, conoscendo meglio la persona e la storia clinica, è possibile cercarne di dare un senso al dolore, cercane le motivazioni che hanno spinto il corpo ad accendere un campanello d’allarme, questa è una fase molto importante del trattamento osteopatico, necessario per lavorare in sicurezza.

2La valutazione obbiettiva

La valutazione obbiettiva serve all’osteopata per osservare la persona e comprendere che tipo di atteggiamento posturale adotta, se ci sono aree di sovraccarico a livello della colonna vertebrale, del bacino o degli arti, se ci sono catene muscolari in disfunzione o se c’è un atteggiamento che altera la buona funzione della cavità toracica, addominale o pelvica.

Alla fine del trattamento osteopatico la persona verrà infine rivalutata per evidenziare se ci sono stati miglioramenti del dolore e delle limitazioni funzionali trovate durante le fasi di valutazione. Un trattamento osteopatico ha una durata che varia dall’ora alla mezz’ora. Generalmente una prima visita dura di più di un trattamento.


L’osteopata potrà inoltre eseguire alcuni movimenti per esaminare la funzionalità delle articolazioni e individuare aree di restrizione di mobilità. Tra i vari test palpatori con cui l’osteopata valuterà elasticità e qualità dei tessuti, alcuni serviranno a valutare la zona che presenta il dolore per capire in modo specifico se è un problema di competenza osteopatica o se va riferito ad un’altra figura, altri invece serviranno a valutare parti distanti dal dolore che però potrebbero essere correlate al dolore stesso e in alcuni casi, esserne persino la causa. Dopo la valutazione manuale verrà effettuato il trattamento, che consiste in una serie di tecniche manuali che hanno lo scopo di ripristinare mobilità ed elasticità di strutture muscolo scheletriche, nonché di strutture craniche e viscerali.



Il mio lavoro


Sono Osteopata e Fisioterapista, un lavoro che ho scelto per passione, il continuo studio e la ricerca terapeutica per risolvere e prevenire problemi posturali che causano dolore e disfunzioni fisiche mi hanno portato alla professionalità che utilizzo ogni giorno.

Scopri di più
 

CAUSE

Come masso osteopata fisioterapista cerco la causa del dolore che può essere determinata da una postura scorretta assunta in ambiente lavorativo da molti anni. A volte correggendo il difetto posturale si elimina la causa e di conseguenza il dolore.

Le cause possono essere molteplici, anche non posturali ma emotive, i traumi emotivi causano negli individui sensibili situazioni stressanti e traumatiche che modificano la struttura chimica delle articolazioni e dei muscoli. Un esempio può essere la perdita di una persona cara: la situazione emotiva traumatica crea l'innalzamento di sostanze chimiche come i neuropeptidi e un abbassamento di serotonina dando stanchezza, depressione e dolori generalizzati in tutto il corpo.

Effetti di una corretta postura

 

Tutti abbiamo piccoli o grandi difetti posturali, ossia posizioni corporee errate, continue e persistenti, che assumiamo inconsciamente mentre lavoriamo o mentre ci riposiamo sul divano davanti alla televisione o addiritura quando facciamo dello sport.

Un'accurata osservazione posturale e rimessa in asse del corpo comporta un benessere generalizzato che si diffonde in tutto il corpo, in tutto il sistema nervoso portando benessere psicofisico e diminuendo notevolmente il dolore fisico che procura la postura scorretta e che alla lunga deteriora le articolazioni deformandole con conseguente patologie.


Prenota la tua consulenza individuale

Controlla la tua postura

Incontro: Osteopatia